26 maggio, 2018
Home / Regione Campania

Regione Campania

L’incontro tra storia e mito, arte e natura, tradizione e futuro

Regione del sud-Italia, la Campania si estende su una superficie di 13.595 kmq, di cui circa l’80% è composto da zona collinare e montagnosa, il rimanente è composto da zone pianeggianti, poco più del 15 %. La regione è divisa in cinque province: Napoli (Capoluogo), SalernoCaserta,Avellino e Benevento.

La Campania è certamente una delle regioni morfologicamente più variegate della penisola. Per questo motivo, ma anche per la sua storia, la regione è in grado di offrire diverse tipologie di turismo.

Il litorale presenta un aspetto molto vario, difficilmente riscontrabile in altre zone della costiera tirrenica: un alternarsi di coste basse e dirupi interrotti da promontori modellati dall’erosione marina.

Storia, arte e cultura

La Campania è, dopo il Lazio e al Sicilia, la regione italiana più ricca materiale archeologico.

Alla primitiva popolazione indigena detta Tirrenica, si sovrapposero intorno al XII secolo a.C. gli Opici. Tra il IX ed il VI secolo a.C. alcune colonie greche si stanziarono nelle città di Cuma, Capri, Ischia, Pozzuoli, Napoli, Pompei, Sorrento, Paestum ed Elea, ma non raggiunsero mai le zone interne.

Fu nel VI secolo che gli Etruschi, si impadronirono dell’entroterra, e volendosi spingere fino alla costa, entrarono in conflitto con la colonia greca. In alcune di queste città sono ancora presenti i resti di questa parte di storia della regione, come a Cuma e Paestum, in cui è possibile visitare le necropoli. La dominazione romana, a partire dal 343 a. C., si estese in tutta la Campania.

Della presenza dell’impero, è possibile apprendere le usanze quotidiane, nei resti delle città sommerse di Ercolano e Pompei, nel 79 d. C., dalle ceneri del Vesuvio. Ma i resti della civiltà romana sono visibili in tutta la regione, dai ruderi di baia, agli acquedotti, all’anfiteatro Flavio di Pozzuoli agli archi di trionfo, di cui il più noto fu eretto a Benevento da Traiano. Il benessere e la prosperità che la dominazione romana portò in Campania terminò, e la regione fu invasa dai Bizantini prima, dai Longobardi poi, sorsero così i ducati di Benevento, Salerno e Capua. Amalfi nel contempo, divenne una delle repubbliche marinare.

Dopo l’invasione normanna, nel 1139, e quella sveva nel 1197. Nei secoli successivi ci fu l’avvento della dominazione Angioina e poi quella Aragonese, di cui sono visibili ancora le opere architettoniche più importanti, come il Maschio Angioino, a Napoli. Dopo la dominazione spagnola e quella austriaca, la regione fu annessa al Regno delle due Sicilie.

Escursioni nel verde

La Campania ha numerosi Parchi e riserve naturali protette. Il Parco nazionale del Vesuvio, in provincia di Napoli, è un sito di grande interesse storico e geologico. Comprende ben due itinerari naturalistici e quindici sentieri, messi in sicurezza e percorribili anche dai meno esperti.

Il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, un parco ricco di storia che attraversa le colonie greche di Elea e di Paestum. Sono ben quindici i diversi itinerari che è possibile intraprendere in questo parco, itinerari che permetteranno di godere delle più belle zone della regione.

Altre oasi, e aree protette sono distribuite in tutta la regione: aree verdi in cui è possibile fare escursioni a piedi, in bicicletta, a cavallo, usufruire di strutture ricettive che offrono anche interessanti opportunità per viaggi didattici.

Divertimenti e svago

La Campania oltre ad itinerari d’arte e cultura, offre l’opportunità di trascorrere un soggiorno di svago e divertimento.

Parchi giochi come Edenlandia a Napoli, parchi acquatici, locali, discoteche, pub, sono numerosi e sono presenti in tutta la regione.

Eventi e Manifestazioni si svolgono durante tutto l’anno, e in particolar modo durante il periodo estivo. Festival di world musicfestival Jazz, e concerti riempiono l’estate campana.

Le maggiori località turistiche come PositanoAmalfiSorrento sono la meta preferita per i giovani che vogliono godere della movida campana.

Senza dimenticare Città Della Scienza, a Napoli, uno dei più grandi centri di diffusione culturale scientifica, che mette a disposizione percorsi didattici ed in cui si svolgono numerose manifestazioni culturali.

Specialità gastronomiche

La Campania ha una ricca tradizione gastronomica, oltre che una delle più imitate.

La pizza, cotta rigorosamente nel forno a legna, è certamente il piatto italiano più conosciuto all’estero, insieme agli spaghetti.

Ma non bisogna dimenticare la Mozzarella di Bufala, esportata in tutto il mondo.

Accoglienza e strutture turistiche

La regione offre innumerevoli possibilità di soggiorno. Villaggi vacanze, camping,agriturismi, hotel, B&B, permetteranno di scegliere la soluzione più adatta alle proprie esigenze anche in una casa vacanza a Sorrento.

La rete ferroviaria, aerea, stardale e autostradale, permette di spostarsi lungo la regione senza problemi e collega tutta le principali località turistiche della Campania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *